In evidenza

LA CARA VECCHIA GATTA UN PO’ SVITATA, la mia traduzione di “The Old Gumbie Cat” di T.S. Eliot

LA CARA VECCHIA GATTA UN PO’ SVITATA, la mia traduzione di “The Old Gumbie Cat” di T.S. Eliot

Volendo fare un regalo un po’ strano a mia cognata Gianna per una ricorrenza multipla, mi è venuto in mente di regalarle la poesia “Gianna la Gatta Macchiamatta“, simpatico titolo messo alla poesia “The Old Gumbie Cat” da R. Sanesi nella sua versione del poemetto “Old Possum’s Book of Practical Cats” di T. S. Eliot.

Lasciando il titolo col nome “Gianna” solo per il regalo, ho fatto una mia traduzione che qui propongo:

LA CARA VECCHIA GATTA UN PO’ SVITATA

Mi viene in mente una Svitata di Gatta
è Jennytuttoapuntino ed è proprio matta,
il suo mantello è tipo tabby tigrato

e anche un po’ leopardato
tutto il giorno siede su uno scalino

proprio in cima alla scala o sopra lo zerbino
e siede e siede e siede e siede

essendo questo il bello di una simile Gatta
essendo questo quel che fa una Svitata di Gatta!

Ma… quando il trambusto del giorno scompare
ecco che la Gatta Svitata comincia a lavorare:
e appena la famiglia è addormentata

al pelo si dà una bella lisciata
per filare in cantina a sorvegliare

il contegno dei topi, che è da migliorare,
i loro modi sono talmente sgarbati,

così che dopo averli ben bene allineati
sopra un vecchio scendiletto,

gli insegna musica e lavoro a uncinetto.

Mi viene in mente una Svitata di Gatta
è Jennytuttoapuntino ed è proprio matta,
sarebbe impossibile trovarne una uguale

le piace stare al sole o su un guanciale,
tutto il giorno siede accanto al camino

o sul letto o in un cappello a fare un pisolino
e siede e siede e siede e siede

essendo questo il bello di una simile Gatta
essendo questo quel che fa una Svitata di Gatta!

Ma… quando il trambusto del giorno scompare
ecco che la Gatta Svitata comincia a lavorare:
siccome trova che i topi non stiano mai quieti

cerca una dieta che li renda mansueti
e poiché non fa nulla senza che si arrovelli

si mette al lavoro con teglie e fornelli
gli fa una torta da topi di fave col pane

e una bella frittura di formaggio e banane.

Mi viene in mente una Svitata di Gatta
è Jennytuttoapuntino ed è proprio matta,
la cosa che più le piace è attorcigliare

la corda della tenda con nodi da lupo di mare,
tutto il giorno siede sul davanzale

o su qualsiasi cosa liscia e abituale
e siede e siede e siede e siede

essendo questo il bello di una simile Gatta
essendo questo quel che fa una Svitata di Gatta!

Ma… quando il trambusto del giorno scompare
ecco che la Gatta Svitata comincia a lavorare:
pensa che gli scarafaggi si debbano occupare

e che la loro oziosa perdizione si deva evitare
così organizza quel sacco di zoticoni disordinati

in una truppa di boy scout utili e disciplinati
con una buona azione da fare e un salvataggio,

tanto da aver creato la Parata dello Scarafaggio!

Per le vecchie Gatte Svitate facciamo tre urrà!
con loro sembra che la casa sempre ordinata sarà,
urrà! urrà! urrà!

Perché è una brava ragazza,
perché è una brava ragazza,
perché è una brava ragazza…

e tutti le vogliono ben!


Questo il testo originale:

THE OLD GUMBIE CAT

I have a Gumbie Cat in mind
her name is Jennyanydots
Her coat is of the tabby kind
with tiger stripes and leopard spots
All day she sits upon the stair or on the step or on the mat
She sits and sits and sits and sits
And that’s what makes a Gumbie Cat
That’s what makes a Gumbie Cat!

But . . .
When the day’s hustle and bustle is done
Then the Gumbie Cat’s work is but hardly begun
And when all the family’s in bed and asleep
She tucks up her skirts to the basement to creep
She is deeply concerned with the ways of the mice
Their behaviour’s not good and their manners not nice
So when she has got them lined up on the matting
She teaches them music, crocheting and tatting

I have a Gumbie Cat in mind
Hr name is Jennyanydots
Her equal would be hard to find
She likes the warm and sunny spots
All day she sits beside the hearth or on the bed or on my hat
She sits and sits and sits and sits
And that’s what makes a Gumbie Cat
That’s what makes a Gumbie Cat!

But . . . When the day’s hustle and bustle is done
Then the Gumbie Cat’s work is but hardly begun
As she finds that the mice will not ever keep quiet
She is sure it is due to irregular diet
And believing that nothing is done without trying
She sets right to work with her baking and frying
She makes them a mouse-cake of bread and dried peas
And a beautiful fry of lean bacon and cheese

I have a Gumbie Cat in mind
Her name is Jennyanydots
The curtain cord she likes to wind and tie it into sailor knots
She sits upon the windowsill or anything that’s smooth and flat
She sits and sits and sits and sits
And that’s what makes a Gumbie Cat
That’s what makes a Gumbie Cat!

But . . .
When the day’s hustle and bustle is done
Then the Gumbie Cat’s work is but hardly begun
She thinks that the cockroaches need employment
To prevent them from idle and wanton destroyment
So she’s formed from that lot of disorderly louts
A troop of well disciplined helpful boy scouts
With a purpose in life and a good deed to do
And she’s even created a Beetles Tattoo!

So for old Gumbie Cats let us give three cheers
On whom well ordered households depend, it appears
Three cheers, three cheers, three cheers!
For she’s a jolly good fellow!

Thank you my dears!